Veicoli - logistica - professione

HomeLe risposte degli espertiIntorno all'aziendaSPID, l’amministrazione… veloce

SPID, l’amministrazione… veloce

Accedendo al sito dell’INPS mi è stata sottoposta l’opportunità di ottenere lo SPID. Non è la prima volta che una richiesta analoga mi viene sottoposta. A questo punto mi sarei deciso ad avanzare la richiesta. Ma in concreto come devo operare e soprattutto che tipo di vantaggi potrò avere? Marinella D_Catanzaro

-

SPID è l’acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale ed è un sistema veloce di accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione. Attraverso un’unica username e password è possibile accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione.
Tali servizi, pertanto, saranno accessibili attraverso computer, tablet e smartphone. I siti che consentono l’accesso ai propri servizi online tramite identità digitale unica espongono il bottone di accesso SPID.

Perché è importante avere lo SPID?

«Con Circolare n.87 del 17 luglio 2020, l’INPS ha chiarito che a partire dal 1° ottobre 2020 non rilascerà più PIN come credenziale di accesso ai servizi dell’Istituto. Il PIN sarà sostituito da SPID. Per gli attuali possessori di PIN il passaggio allo SPID avverrà, comunque, gradualmente»

Con le stesse credenziali sarà possibile accedere al sito dell’Agenzia Entrate, consultare la propria posizione debitoria risultante in Agenzia Riscossioni (ex Equitalia), accedere al sito dell’INPS e accedere ai servizi della propria anagrafe comunale.
Accedendo al proprio cassetto fiscale sarà possibile pagare i modelli F24 che presentano delle compensazioni, non più pagabili attraverso internet banking.
La firma con SPID avrà lo stesso valore giuridico di quella autografa e consentirà di sottoscrivere atti e contratti con lo stesso valore.
Infine, come abbiamo constatato con le disposizioni Covid, molti contributi messi a disposizione potranno essere richiesti solo dal diretto interessato attraverso lo SPID e non potranno più essere richiesti dal proprio commercialista.
Con Circolare n.87 del 17/07/2020, l’INPS ha chiarito che a partire dal 01/10/2020 non rilascerà più PIN come credenziale di accesso ai servizi dell’Istituto. Il PIN sarà sostituito daSPID. Per gli attuali possessori di PIN il passaggio allo SPID avverrà, comunque, gradualmente.

A chi posso rivolgermi per avere le credenziali SPID?

I cosiddetti provider, che possono rilasciare le credenziali SPID. I provider abilitati sono elencati al sito www.spid.gov.it
Tra quelli più noti sono Poste Italiane, Aruba, Legalmail, TIM. Se si sceglie il servizio di Poste Italiane, è possibile anche attivare lo SPID anche recandosi fisicamente presso gli Uffici Postali.

Lo SPID è gratuito?

Sì, è possibile richiedere gratuitamente le tue credenziali SPID a uno dei soggetti abilitati (i cosiddetti provider). I provider, oltre alla modalità di erogazione gratuita, offrono anche quella di registrazione a pagamento.

Di cosa ho bisogno per richiedere lo SPID?

  • l’indirizzo e-mail
  • il numero di cellulare
  • Il documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente)
  • la tessera sanitaria con il codice fiscale

Una società può ottenere lo SPID?

Sì, il rappresentante legale della società può richiedere e utilizzare la propria identità digitale per accedere e utilizzare i servizi online dedicati all’impresa.
È anche possibile dotare i propri dipendenti di identità digitali per uso professionale della società.

Marco Mancini
dottore commercialista e business coach
Scrivete a Marco Mancini: intornoazienda@uominietrasporti.it

close-link