Veicoli - logistica - professione

Home UeT Blog La salute vien guidando I benefici dell'attività fisica a portata di autista

I benefici dell’attività fisica a portata di autista

Fare un po' di movimento fa bene. A tanti livelli, fisici e mentali. E non serve necessariamente essere degli sportivi per poter ottenere benefici

-

Quando di mestiere si muovono merci sfruttando un veicolo, il suo motore e la sua potenza, spesso si finisce per farsi trasportare. Sempre e comunque. Nel senso che non ci si muove più di tanto. E questo – ormai lo sappiamo tutti – è sbagliato. Servirebbe poco, servirebbe – magari anche sfruttando le pause obbligatorie di guida – fare un po’ di «movimento». Espressione generica, questa, che spesso viene tradotta con «attività fisica», «attività motoria», «esercizio fisico» o addirittura con «sport». Tutti termini che nell’arco di una giornata sentiamo nominare tantissime volte. Provate a pensare, effettivamente, a quante informazioni ricaviamo su questi argomenti accendendo la tv, sfogliando qualche rivista, guardando la pubblicità, parlando con gli amici, facendo scorrere le pagine facebook. Probabilmente non ci rendiamo nemmeno conto da quanto siamo abituati e assuefatti!

Che cosa intendiamo quando parliamo di attività sportiva?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce l’attività fisica come «qualunque movimento determinato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio energetico superiore a quello delle condizioni di riposo». Più semplicemente, potremo dire che l’attività fisica si riferisce a tutte le forme di movimento realizzate nei vari ambiti di vita e che comportano un qualche sforzo fisico. In questa definizione rientrano, quindi, sia tutte quelle attività motorie spontanee, come camminare o caricare e scaricare la merce, che le attività sportive più strutturate.

Attività motoria e attività fisica si possono considerare sinonimi?

Sì, sono sostanzialmente la stessa cosa.

Quando parliamo di esercizio fisico, invece, cosa intendiamo?

Possiamo considerare l’esercizio fisico come una forma di attività fisica strutturata, cioè un’attività che viene praticata con una certa pianificazione e con una certa regolarità (come andare a correre tre volte alla settimana per un’ora).

E lo sport?

Lo sport è una forma di attività fisica normata da regole molto precise, condivise da più persone, praticata in contesti specifici (ad esempio, il calcio ha delle regole di gioco molto specifiche, altamente strutturate, che sono condivise da tutti i giocatori).
Al polo opposto abbiamo le attività sedentarie, ovvero tutte quelle attività che richiedono uno sforzo fisico molto basso (come può essere, guardare la televisione, leggere, guidare, ecc).

Come mai si parla tanto di attività fisica e sport?

È ormai noto che una vita sedentaria è correlata all’insorgenza di numerose patologie cardiache, neurologiche, alimentari e mentali. L’attività fisica, quindi, aiuta a contrastare e prevenire l’insorgere di numerose patologie fisiche e psicologiche.

Quali sono i maggiori benefici di un’attività fisica regolare?

Sono parecchi, tra questi ricordiamo:
A livello muscoloscheletrico | Migliora la flessibilità e il tono muscolare – Ritarda l’insorgenza dell’osteoporosi e ne rallenta l’avanzamento – Migliora l’equilibrio e la coordinazione, riducendo il rischio di cadute.

A livello cardiovascolare | Migliora la funzionalità cardiaca (cioè permette al cuore di pompare più sangue) – Aiuta a prevenire patologie cardiovascolari (ad esempio, ictus, ipertensione arteriosa, cardiomiopatie e malattie coronariche).

A livello metabolico | Aumenta la massa muscolare – Abbinata a un’alimentazione equilibrata, intacca le riserve di grasso in eccesso riducendole – Aumenta il metabolismo, ovvero il dispendio energetico di calorie nell’arco della giornata – Previene patologie metaboliche (come la sindrome metabolica e il diabete mellito).

A livello psicologico | Riduce lo stress e gli stati ansiosi – Migliora il tono dell’umore – Aiuta a migliorare l’immagine positiva di sé – Migliora la qualità del sonno (se praticata qualche ora prima o al mattino) – Migliora la memoria – Previene il declino cognitivo.

Piramide attività fisica

Serve necessariamente essere degli sportivi per avere dei benefici?

La buona notizia è che no, non serve fare agonismo o chissà quale sport faticoso per ottenere dei benefici: adottare l’abitudine quotidiana di svolgere qualche attività fisica (come fare una camminata, scegliere le scale invece dell’ascensore, ecc.) può essere utile a mantenere il benessere psico-fisico. Certo è che maggiore è l’esercizio fisico pratico, maggiori saranno i benefici ottenuti. La piramide dell’attività fisica lo sintetizza bene.

Potrebbe interessarti anche:
L’autista, un mestiere ad alto tasso di malattia: ecco il TopFit della Stella per aiutare a mantenersi in forma
Sovrappeso e Obesità: quali differenze e quali conseguenze
Aumento di peso: cosa posso fare per rimettermi in forma?