Veicoli - logistica - professione

Home UeT Blog La salute vien guidando Attività fisica | Allenamento fai da te: applicazioni e siti

Attività fisica | Allenamento fai da te: applicazioni e siti

-

Tra un impegno e l’altro, non sempre è facile o possibile trovare il tempo per andare in palestra o in piscina: la stanchezza, le trasferte lavorative, gli orari “flessibili”, il costo dell’abbonamento, gli impegni familiari, sono solo alcuni esempi tra i vari che incentivano ad andarci.

E quindi? Devo per forza rinunciare a fare un po’ di attività sportiva?

Assolutamente no! Sono molte le persone che praticano un po’ di movimento nei ritagli di tempo. Non occorre avere chissà quali attrezzature o chissà che spazi: molto spesso basta avere a disposizione un cellulare e una connessione internet. Negli ultimi anni – e in particolare dopo l’emergenza coronavirus – c’è stata una fiorente nascita di applicazioni e tutorial su YouTube che suggeriscono esercizi fisici semplici e pratici da fare in base al tempo e il luogo che si ha a disposizione. Eccone alcuni:

Pausa in movimento (PIM) | È un progetto ideato dalla fiosterapista Alessandra Ranuzzi de’ Bianchi in collaborazione con Federtrasporti dedicato specificatamente agli autotrasportatori. Consiste in una serie di brevi video (che si possono trovare su YouTube oppure anche all’interno di questo sito) che offrono qualche spunto su tonificazione, allungamento e mobilità articolare di gambe schiena, collo e spalle, utilizzando il proprio mezzo di trasporto per fare dell’attività.

Applicazioni | Per il fitness ce ne sono di tutti i tipi, per le diverse esigenze e interessi personali. Molte sono gratuite, ma richiedono poi degli abbonamenti per sbloccare degli esercizi più “avanzati”. Consistono in una serie di tutorial con dei filmati che permettono di guardare lo svolgimento dell’esercizio e provarlo poi in autonomia. Quelle più scaricate in questo momento sono:
Nike Training, una applicazione gratuita per un allenamento aerobico completo, che varia in base al tempo a disposizione e al livello di preparazione atletica;
Adidas Training by Runtastic, molto simile alla precedente nel funzionamento, in quanto è differenziata per livelli di preparazione ed obiettivi che si vogliono raggiungere;
Seven – 7 minuti di esercizi, pensata per chi ha poco tempo per allenarsi. Si scelgono obiettivo e orario d’allenamento e l’allenamento dura, appunto, 7 minuti. È gratuita solo la prima settimana, dopo ha un costo mensile;
Freelatics, qui l’applicazione, oltre all’allenamento settimanale, dà anche dei consigli nutrizionali. Anche questa ha un costo settimanale.

Canali YouTube | Se il proprio cellulare non supporta molto bene le applicazioni, si può optare per i canali YouTube di fitness, come per esempio:
Impacto Training, offre oltre 200 filmati per mantenersi in forma con workout da vari minuti (per esempio, ci sono quelli da 20 min, quelli da 6 min da abbinare tra loro per modellare diversi gruppi muscolari e una serie completa per allenarsi in ufficio);
Fixit, ha molti programmi di allenamento divisi per livello di preparazione e obiettivi; permette, inoltre, di tenere un diario di allenamento per monitorare il proprio andamento;
Umberto Miletto, un personal trainer che affianca agli esercizi di fitness suddivisi per livelli e obiettivi dei consigli alimentari;
Lumowell, un canale che propone degli esercizi da 5 a 45 minuti, che spaziano dalle camminate a esercizi più strutturati oltre che consigli alimentari.

Piattaforme on demand di fitness | Se nemmeno i tutorial di YouTube vi soddisfano, potete utilizzare le piattaforme per gli allenamenti on demand. Fitprime, ad esempio, è una piattaforma di fitness, suddivisa in categorie, in cui quotidianamente si possono trovare diversi video a tema per potersi allenare.

Videogiochi di fitness | Se invece avete una console a disposizione (WII, Xbox PlayStation, Switch), ci sono diversi giochi che si possono scegliere per fare un po’ di allenamento: Zumba, Just Dance, Golf, Fitness Boxing, sono solo alcuni degli esempi a disposizione per potersi muovere un po’ divertendosi.

Curiosità

Tutti abbiamo sicuramente provato almeno una volta nella vita il tapis roulant, uno strumento per fare ginnastica che ha lo scopo di bruciare quelle calorie di troppo attraverso una corsa “forzata” sul posto. A causa della sforzo che richiede, c’è chi lo definisce uno strumento di tortura…e in realtà non si allontana così tanto dal motivo per il quale è stato inventato.
L’antenato del tapis roulant prende il nome di Treadwheel, e altro non era che uno strumento di tortura ideato dall’ingegnere William Cubitt, per punire i detenuti delle carceri inglesi. ll Treadwheel consisteva in una ruota a pale che i carcerati dovevano calpestare per macinare il grano, con turni che potevano durare anche 8 ore.
Il sistema venne utilizzato dai sistemi carcerari fino alla seconda metà dell’Ottocento, per poi essere gradualmente abbandonato.

Sullo stesso tema, potrebbe interessarti:
I benefici dell’attività fisica a portata di autista
L’autista, un mestiere ad alto tasso di malattia: ecco il TopFit della Stella per aiutare a mantenersi in forma
Sovrappeso e Obesità: quali differenze e quali conseguenze
Aumento di peso: cosa posso fare per rimettermi in forma?