Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneUfficio trafficoA3 Napoli-Salerno: dal 28 giugno attivo un sistema di pesa dinamica per rilevare e bloccare i camion oltre le 40 ton

A3 Napoli-Salerno: dal 28 giugno attivo un sistema di pesa dinamica per rilevare e bloccare i camion oltre le 40 ton

Nel tratto compreso tra Cava de’ Tirreni e Salerno in entrambe le direzioni vigerà il limite di carico a 40 ton utile a preservare i viadotti e, tramite un sofisticato sistema di monitoraggio, si invieranno segnalazioni prima ai veicoli pesanti oltre tale soglia e se, nel caso in cui non abbandonino l'autostrada, anche alla polizia stradale affinché li accompagnino alla prima uscita

-

Stop definitivo ai camion in sovraccarico lungo A3 Napoli-Salerno. A renderlo possibile, almeno inizialmente lungo la tratta Cava de’ Tirreni–Salerno in entrambe le direzioni, è un nuovo sistema sperimentale di monitoraggio dinamico del peso dei mezzi pesanti che sarà attivo a partire da lunedì 28 giugno e sarà in grado di monitorare in tempo reale il traffico dei mezzi pesanti eccedenti una soglia massima fissata in 40 tonnellate. 

Il sistema di monitoraggio dinamico dei camion, sviluppato dalla società “Movyon” per Autostrade Meridionali, incrocia algoritmi software di rilevazione e alerting con elementi hardware come telecamere, sistemi attivi di segnalamento e una tecnologia di pesa dinamica, fornita da partner esterni e rappresentata da piastre di acciaio fissate nell’asfalto, dotate di sensori in fibra ottica così da poter calcolare il peso totale dei singoli mezzi in transito. In questo modo laddove i dispositivi e i sensori utilizzati riscontreranno il transito di un veicolo che supera il tetto consentito delle 40 tonnellate, invieranno in tempo reale una segnalazione delle credenziali del mezzo al sistema centrale di accesso in autostrada. A quel punto saranno diffuse segnalazioni attraverso display e pannelli a messaggio variabile, ma se il veicolo invitato ad abbandonare l’autostrada non si adegua, inizia una seconda fase che prevede l’invio della segnalazione agli organi di polizia stradale affinché individuino il camion in sovraccarico e lo accompagnino alla prima uscita.

Il fino ultimo della sperimentazione, individuate in un Protocollo sottoscritto dal ministero delle Infrastrutture e dalla Società Autostrade Meridionali, è quello di evitare transiti troppo pesanti sui viadotti e in particolare, in questa prima fase di quelli presenti tra Cava de’ Tirreni e Salerno. La limitazione alle 40 tonnellate scatterà, rispetto alla carreggiata Sud, tra lo svincolo di Nocera Sud e Salerno (dal Km 36+400 al Km 51+700), e in quella Nord tra gli svincoli di Salerno e Cava de’ Tirreni (dal Km 51+700 al Km 42+800).

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link