Veicoli - logistica - professione

Home Rivista 2019 351 ottobre 2019

351 ottobre 2019


Sfoglia la rivista o leggi i singoli articoli sotto

Tutto cambia, tranne l’autotrasporto

Immaginate di fare le valigie per godervi una meritata vacanza intorno alla prima settimana di agosto. State via nemmeno un mese e quando tornate, a settembre, l’Italia è completamente cambiata. E quanto è cambiata! Eravamo un governo sovranista, sbilanciato a destra, alleato dei regimi più antieuropeisti del continente, barricato sulla linea di confine di porti chiusi e invalicabili, e siamo diventati il governo più a sinistra della storia repubblicana, solido partner dei paesi fondatori dell’Unione europea, i quali adesso sono disposti a gestire comunitariamente la politica immigratoria con una logica inconcepibile fino al giorno prima.

Anita e Unatras scrivono a Paola De Micheli per riaprire la trattativa con il governo. Auguri, cara Ministra, ecco le nostre richieste

La richiesta principale è un intervento contro le limitazioni unilaterali decise dal Tirolo, poi i soliti problemi: costi di riferimento, tempi di pagamento, Fondo per il rinnovo del parco, revisioni dei veicoli, poteri dell’Albo. E ogni volta che cambia il governo riparte la solita trafila

L’Osservatorio TCR di Fiap per migliorare i rapporti vettori-committenti. Oltre al prezzo c’è di più

L’iniziativa della Federazione ha suscitato notevole interesse sia nella committenza (Ferrero, Bayer, Campari, Conad e altre ancora) che negli autotrasportatori, tanto che verrà rilanciata anche all’estero. Il direttore Peron: «Con questo modello cerchiamo di reintrodurre scelte etiche di mercato»

Guido Nicolini, presidente Confetra «Gli interessi della logistica? Sono quelli del Paese»

Eletto al vertice dell’associazione da pochi mesi, con un’importante attività imprenditoriale e associativa alle spalle, Nicolini ha subito scritto al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, chiedendole di ripartire dalle iniziative della «precedente legislatura»

La trattativa per il rinnovo dell’accordo del 2004. Container, in viaggio verso il nuovo

Il settore è profondamente cambiato: cassoni più grandi e «intelligenti», operazioni di scarico concentrate in poche ore per le mega carrier da 23 mila TEU, un mercato mondiale che cresce e si sposta sempre più sui container. E i vettori si lamentano per i tempi d’attesa, le responsabilità di gestione dei cassoni, il prezzo del gasolio. E i corrispettivi sempre più bassi

Piattaforme sulla penisola/1. Ikea, la convenienza di restare in Italia

Il centro di distribuzione di Piacenza costituisce uno dei più grandi magazzini europei della società scandinava: 303 mila mq di superficie totale e una capacità di stoccaggio di 373 mila mc. Una scelta che premia la supply chain dello Stivale

Filomena Mezzomo. La cura femminile per far crescere i trasporti delicati

Ha studiato per far viaggiare i turisti e adesso – dice scherzando – «fa muovere dei camion». Una svolta iniziata quando è entrata nell’azienda dell’ex marito e ha scoperto che i trasporti erano la sua passione. Così, oggi sfrutta questo sentimento per “dare concime” a un’attività di nicchia, come il trasporto delle piante, che richiede particolare dedizione. Non a caso, alla Ideal Trasporti Logistica dietro alle scrivanie domina il gentil sesso

Active Drive Assist, MirrorCam e dintorni. La buona tecnologia

Esiste una contraddizione evidente: a fronte di una diffusione crescente di sistemi di assistenza alla guida, il numero di incidenti tende ad aumentare. La ragione è semplice: spesso la tecnologia, seppure concepita per incrementare la sicurezza, poi finisce per distrarre dalla guida. Anche sulla quinta generazione dell’Actros i supporti tecnologici sono moltiplicati: telecamere al posto degli specchi, monitor interattivi, sistemi che “sfiorano” la guida autonoma. Ma tutti sono funzionali a precisi momenti dell’attività lavorativa. E così sostengono e proteggono l’autista. Siamo andati a verificare come